Quadri elettrici civili

Elettricista urgente Milano
Elettricista urgente Milano
17/10/2019
Impianto elettrico domestico
Impianto elettrico domestico
17/10/2019

Quadri elettrici civili

Quadri elettrici civili

Quadri elettrici civili

Per realizzare quadri elettrici civili, puoi chiamare il nostro team di elettricisti esperti. Siamo sempre attivi 24 ore su 24 e ci occupiamo di svolgere diversi servizi a Milano e provincia e di risolvere problemi riguardanti impianti di qualsiasi tipo.

Dopo anni e anni di esperienza, non facciamo attendere il cliente dopo che ci ha contattati. Soprattutto riusciamo a intercettare il problema in poco tempo e ad agire per eliminarlo. In questo modo, non solo non dovrai spendere soldi inutilmente, ma avrai modo di vedere che la soluzione verrà messa in atto prestissimo.

Come già accennato, siamo sempre attivi, tanto che anche di notte un nostro operatore ti risponderà e ti metterà in contatto con uno dei nostri esperti. Ogni elettricista presente nel nostro team è altamente qualificato ed inoltre tutti i prodotti che adoperiamo possiedono la relativa certificazione.

Ci occupiamo anche di controlli riguardanti il funzionamento dei quadri elettrici civili. Se non venissero svolte le opportune verifiche, si rischia di non sapere che è presente un guasto, fino a quando questo venga fuori da solo, magari anche con una certa gravità.

Non sai cosa fare? Chiama subito lo 0291675531

Quadri elettrici civili: quali sono le norme e le componenti

Per realizzare quadri elettrici civili sono necessarie competenze tecniche, normative ed anche una certa manualità, tutte componenti che siamo in grado di offrire. Per legge, ogni impianto elettrico deve essere eseguito solo da aziende iscritte alla Camera di Commercio.

E’ chiamato “quadro elettrico” la parte dell’impianto che corrisponde al centralino, cioè la sua parte principale. La sua posizione è a valle del contatore e corrisponde al “cuore” di tutto l’impianto. Esistono diversi tipi di quadri, come quello civile, elettrico esterno, industriale e da cantiere.

Il primo è gestito dalla normativa chiamata “CEI” 64-8, il cui articolo 21 prevede che un impianto elettrico sia dotato di circuiti di alimentazione degli apparecchi utilizzatori, circuiti di alimentazione delle prese a spina, apparecchiature di protezione.

Oltre a questo, per far sì che un impianto elettrico (e quindi anche un quadro elettrico) sia a norma, deve soddisfare due elementi: la flessibilità temporale e la sicurezza dell’ambiente. La prima riguarda la capacità di sapersi adattare ai nuovi bisogni della casa, mentre la seconda ovviamente è la protezione della vita e della salute delle persone, ma anche di animali, oggetti e dell’appartamento.

Le componenti dei quadri elettrici civili sono diverse, e tutte devono seguire le normative. Prima di tutto si parla dei materiali, che oltre ad essere conformi alle norme CEI, devono seguire anche le tabelle CEI-UNEL e in alcuni casi essere provvisti persino del marchio IMQ.

Tutte le componenti del quadro elettrico inoltre dovranno saper resistere a sbalzi di temperatura, azioni di corrosione, altre eventuali azioni meccaniche che potrebbero subire e a cui devono saper rispondere.

Quadri elettrici civili: la progettazione e altri dettagli sulle componenti

Tra i nostri servizi è presente anche quello relativo alla progettazione dell’impianto elettrico della casa. Questa operazione deve essere basata sulla superficie “calpestabile” della casa, e da questo deve essere calcolata la potenza elettrica necessaria. La normativa CEI-84 prevede che per un massimo di 75 m², la potenza di impiego deve essere massimo di 3KW. Superati i 75 metri quadrati, dovrà essere di 6 KW.

Realizzare quadri elettrici civili è nostro compito e si deve pensare a rendere sicure tutte le sue componenti. Tra queste ci deve essere il montaggio del salvavita. Questo meccanismo si chiama così perché salva letteralmente la vita, impedendo di prendere una scossa elettrica.

È un tipo di “interruttore differenziale” che serve a diffondere elettricità all’interno dell’impianto, quando è stata dispersa una certa quantità di energia. I nostri elettricisti capiscono quale modello di salvavita è più adatto al vostro tipo di impianto elettrico e lo installano in pochissimo tempo.

Il salvavita è importante perché alimenterà gli interruttori magnetotermici. Essi si occupano di spegnere l’intero impianto elettrico domestico, nel caso arrivi un flusso di corrente non previsto, oppure nel caso ci sia un sovraccarico.

Nei quadri elettrici civili ci sono sempre tre interruttori magnetotermici: uno per l’impianto luce, uno per le prese a 10° e l’altro per le prese di 16 A. Ovviamente possiamo aggiungere diversi interruttori automatici, come quello per la caldaia, i climatizzatori, l’antifurto ecc….

L’importanza degli schemi elettrici e dei livelli dell’impianto elettrico

Un professionista deve essere in grado anche di sviluppare un corretto schema elettrico, ovvero una sorta di mappa che mostra dove sono presenti gli interruttori, i cavi, le prese ecc…Ad esempio, uno schema simile può essere utile se si vorranno instaurare i condizionatori in un secondo momento, o altri elettrodomestici.

In riferimento ai quadri elettrici civili, va detto che ne esistono tre livelli diversi, perché tre sono i tipi di impianti elettrici domestici previsti dalla legge. La norma prevede un livello standard, un secondo di tipo intermedio e un altro elevato.

Livelli degli impianti

Il primo le prese vengano sempre situate in modo uniforme su una parete di una stanza, e che almeno una sia vicina alla porta di ingresso. Nella cucina le prese sono della stessa altezza su cui è posizionato il piano di lavoro, mente nel bagno ci devono essere almeno due prese.

Per ogni telefono ed ogni tv, la norma prevede che nelle loro vicinanze ci sia una prese ed anche un punto presa. Oltre a questo, di solito per la TV servono 6 prese diverse.

Il secondo aggiunge alcune caratteristiche rispetto al primo. Prima di tutto ci deve essere il sistema di controllo dei carichi, in modo che si potranno caricare anche dei carichi non dotati di priorità.

Il terzo livello è quello di tipo più complesso in quanto sono introdotti controlli di domotica.  Servono impianti antintrusione, gestione delle luci, sistema di diffusione sonora, controllo e gestione dei carichi, termostati, rilevazione fumi e incendio. Ancora sistema antiallagamento o rilevazione gas, automazione delle tapparelle o il controllo remoto di più funzioni.

Infine, non si deve dimenticare di pensare alla sicurezza dell’impianto elettrico civile e del suo quadro. Verificare che l’intero sistema segua le disposizioni della legge, è un tuo dovere per rimanere sicuri.

Chiama ora! 0291675531

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook!

Whatsapp
Telefono
Email